Benvenuto su Studentlife

Consigli per sopravvivere agli anni di scuola, migliori metodi di studio, percorsi formativi per intraprendere una determinata professione.

Studiare per diventare professionisti della comunicazione

Studiare per diventare professionisti della comunicazione

Studiare per comunicare è ciò che molti giovani fanno fin dall’adolescenza per diventare domani professionisti della comunicazione. Si tratta di un ruolo molto richiesto sul mercato del lavoro. Sono molte le aziende che ricercano professionisti della comunicazione e della pubblicità, settore in continua crescita.

La comunicazione, termine ampio che racchiude molti aspetti della vita quotidiana, è un campo in continua evoluzione. Quello del professionista della comunicazione è un ruolo stimolante e creativo, che ha le sue basi nel percorso di studio. Non ci si può improvvisare professionisti senza avere alle spalle studi specifici, per questo le università propongono corsi di diversi livelli. Se è questo il percorso lavorativo che vuoi seguire, ti consiglio di leggere a questa pagina ulteriori informazioni per lavorare nella comunicazione (troverai anche link per corsi specifici).

E’ grazie alla comunicazione che una persona si rapporta con gli altri, condivide, scambia interessi e apprende nozioni nuove. In questo articolo cercheremo di approfondire l’argomento, vagliando i percorsi più appropriati da seguire per una carriera nel mondo della comunicazione.

Cosa fa un professionista della comunicazione?

Informare, creare e sviluppare: questi i compiti dei professionisti della comunicazione. Sono figure che si occupano di far conoscere al pubblico nuovi progetti e creano prodotti. Apportano miglioramenti all’immagine di un brand e scovano strategie di marketing allettanti per il potenziale cliente. Allo stesso tempo sanno mantenere la fiducia e l’interesse di un cliente fedele.

Quali requisiti di base deve possedere?

Tra le spiccate capacità che deve avere una persona che vuole lavorare nel mondo della comunicazione ci sono un grande spirito di osservazione e una buona padronanza del linguaggio. Saper comunicare al meglio è già di per sé un ottimo punto di partenza, ricordando che non ci sono forme di comunicazione giuste o sbagliate. Il modo di comunicare cambia a seconda degli obiettivi che si intende perseguire e l’approccio migliore è sempre quello che porta a dei risultati.

Un buon comunicatore oggi svolge il suo lavoro non soltanto attraverso i canali tradizionali ma soprattutto sviluppando i suoi contenuti online. Un professionista qualificato del settore è in grado di gestire la comunicazione attraverso il web.

Percorso formativo per lavorare nella comunicazione

Gli appassionati di comunicazione, tecnologie ed internet già da giovanissimi hanno le idee chiare circa il loro futuro professionale. In questo caso, ancor prima che pensare al percorso universitario, si può scegliere di frequentare un liceo. Per quanto riguarda gli studi può essere un buon trampolino di lancio una laurea specifica, come quella in Scienze della Comunicazione o quella in Lettere ad indirizzo specifico.

Il percorso di studi è della durata di cinque anni, con un biennio ed un triennio, al quale segue l’esame di stato per avere il diploma. I licei più indicati per svolgere poi un ruolo nella comunicazione sono quelli Linguistico, Scientifico o Classico. Acquisito tale titolo lo studente può proseguire iscrivendosi all’università.

L’università italiana prevede tre livelli: la laurea di tre anni, la laurea magistrale di due anni e il Dottorato di ricerca, che va da tre a cinque anni. Esiste anche un corso di laurea magistrale a ciclo unico che dura cinque anni e ha la stessa validità della laurea magistrale.

Se vuoi diventare un professionista della comunicazione ci sentiamo di consigliarti la laurea triennale in Scienze della Comunicazione, che si prefigura come la più indicata. Il percorso formativo garantisce una buona conoscenza dell’inglese e dei sistemi informatici, fondamentali per il futuro lavoro.

E’ possibile specializzarsi in un campo della comunicazione?

Dopo la laurea bisogna identificare un obbiettivo da perseguire e per farlo occorre approfondire l’argomento di maggior interesse seguendo corsi di formazione o master. Tra i corsi specifici utili a lavorare nel mondo della comunicazione ci sono Giornalismo, Comunicazione, Pubbliche relazioni/Stampa, Web Marketing, Comunicazione Pubblicitaria. Altrettanto validi a livello formativo i corsi in Comunicazione Visiva, Organizzazione di eventi e Gestione dei social media.

Come trovare lavoro nella comunicazione

Una volta acquisiti i titoli di studio richiesti è il momento di entrare nel mondo del lavoro. Si comincia quasi sempre con il tirocinio, primo step per immergersi nel mondo della comunicazione, verbale e digitale. Ciò che conta è essere aperto a nuove conoscenze, apprendere le nuove tendenze, mettere in campo la propria creatività. Solo così, visto che quello della comunicazione è un settore in costante crescita ed evoluzione, potrai far emergere le tue potenzialità.

Le aziende che si muovono nel settore della comunicazione hanno sempre bisogno di nuovi talenti da inserire nei propri organici. I recruiter cercano figure emergenti che sappiano creare, sperimentare ed essere innovativi. Spazio allora alla fantasia, all’ispirazione e alla creatività, perché il lavoro nel mondo della comunicazione, se è quello che hai sempre sognato, è davvero stimolante.

Studentslife

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi