WCAP: Mario Scuderi ci racconta le opportunità per le startup

Ha solo 27 anni ma Mario Scuderi è già Mentor per l’area Business Strategy presso la sede di Catania di Working Capital Accelerator, il programma di opening innovation di Telecom Italia che, oltre la Sicilia, ha sedi a Milano, Roma e Bologna. Il suo ruolo è quello di seguire i giovani che hanno un’idea imprenditoriale ed aiutarli a vedere il loro sogno trasformarsi in realtà.

Ma come funziona WCAP e quali servizi mette a disposizione di chi ha voglia di fare startup? Lo abbiamo chiesto proprio a lui, che ci ha svelato anche le dritte per avere successo.


startupCos’è Working Capital Accelerator?

«WCAP è il programma di Telecom Italia nato nel 2009 e che ha come obiettivo primario quello di valorizzare i giovani talenti e supportarli nel difficile percorso che porta un’idea a diventare un progetto concreto, mettendo a loro disposizione tutti gli strumenti necessari affinché questo avvenga».

Cosa viene offerto, nel concreto, ai giovani con un’idea imprenditoriale?
«Le quattro sedi di WCAP presenti sul territorio, altro non sono che dei punti di riferimento per chi ha voglia di fare innovazione. Qui i giovani trovano sempre qualcuno pronto a visionare i loro progetti, valutarli ed iniziare insieme un percorso concreto di sviluppo. Nello specifico, una volta l’anno Telecom organizza la Call for Ideas: una competizione finalizzata alla scoperta di nuove idee. Le migliori ricevono un grant da 25mila euro, l’accesso al programma di accelerazione, che ha una durata di circa 4 mesi e la possibilità di utilizzare lo spazio di coworking gratuitamente per un anno».

In cosa consiste il programma di accelerazione?
«Working Capital mette a disposizione dei team vincenti i suoi migliori esperti, che li seguono passo passo in un percorso di formazione completo. Cinque, in particolare, sono le aree interessate dal programma di accelerazione, ovvero: business strategy, comunicazione, user experience, sviluppo informatico e project manager. Spieghiamo, quindi, alle startup da come fare un modello di business, a come creare la propria immagine sui social, da come proporsi sul mercato a come sviluppare materialmente un servizio, non sottovalutando mai i consigli per avere un team sempre unito ed affiatato. Il fine è accompagnare le giovani imprese verso la stipulazione di partnership importanti, creando dei collegamenti con investitori privati ma segnalando opportunità anche nel settore pubblico, che consentiranno loro di entrare ufficialmente sul mercato».

E se si ha già una startup?
«Telecom Italia proprio lo scorso anno ha creato il cosiddetto Albo Veloce: un elenco di giovani fornitori da cui acquistare servizi. Il budget messo a disposizione è di 1 milione di euro, pensato per dare una chance di inserimento nel mondo imprenditoriale alle startup. Un’altra opportunità da non lasciarsi scappare è il Seed Investment Program, che consentirà di investire 4,5 milioni di euro nei prossimi 3 anni in opzioni o equity di startup innovative».


start upTutte opportunità interessanti, ma qual è il segreto per creare una startup di successo?

«Sono quattro le caratteristiche fondamentali che noi di Working Capital Accelerator teniamo in considerazione:
1. Il livello di innovazione: se un’idea è nuova, mai vista o cambia il modo di fare qualcosa che già esiste, allora è una buona strada;
2. La scalabilità: ovvero la capacità di crescere e portare guadagno;
3. Il team: un’azienda è fatta per prima cosa da persone ed è fondamentale avere un gruppo formato da elementi competenti, che credono nel progetto e che sono affiatati tra loro;
4. Le potenziali sinergie con Telecom Italia: Internet, digital, mobile evolution e green, ad esempio, sono dei settori verso i quali WCAP nutre spiccato interesse».

Perché un giovane che vuole fare impresa dovrebbe rivolgersi a WCAP?
«Perché ad oggi siamo la realtà più attiva presente sul territorio nazionale, che offre opportunità concrete, finanziamenti importanti e servizi utili ad avviare un’impresa, il tutto sotto l’attenta ala di esperti, sempre pronti ad aiutare in caso di difficoltà e in maniera gratuita».

A quando la prossima Call for Ideas?
«Per il 2014 la Call for Ideas si è conclusa a fine maggio. Bisognerà attendere il prossimo anno, quindi, per poter presentare in maniera ufficiale il proprio progetto. E’ sempre possibile, però, recarsi in una delle sedi WCAP e presentare la propria idea di startup, magari iniziando un percorso di preparazione alla competizione».

Articolo predecente:

Articolo successivo: