Vivere low cost da studente fuori sede

L’università è una tappa indispensabile per la formazione dello studente moderno. Il conseguimento di un diploma di laurea non è soltanto uno step importante per arricchire il proprio bagaglio culturale bensì anche un passaggio fondamentale per essere introdotti nel mondo del lavoro con ampie conoscenze teoriche ed un buon approccio pratico. Cosa studiare non è l’unica decisione che un giovane alla fine del liceo deve prendere: la scelta di quale ateneo frequentare include, a volte, anche la possibilità di dover affrontare il percorso accademico come studente fuori sede o pendolare.

studenti erasmusLa vita dello studente fuori sede è senza dubbio molto affascinante; la possibilità di selezionare università più blasonate o facoltà con corsi di laurea “più particolari e specifici”, l’esperienza di conoscere nuove città e nuovi stili di vita, farsi nuovi amici e quindi feste e maggiore libertà. La vita dello studente fuori sede ha anche degli svantaggi: responsabilità e costi non indifferenti. Le scadenze da rispettare non sono solo quelle imposte dal calendario degli esami universitari ma anche quelle fissate per il pagamento di bollette e affitti. Il portafoglio durante questi periodi inizia piano piano a svuotarsi ed arriva puntualmente il momento di tirare la cinghia. Prima di prendere decisioni importanti è bene ascoltare degli utili consigli che possono renderci la vita da studente fuori sede molto meno dispendiosa consentendoci di gestire al meglio i soldi inviati dai genitori.

AFFITTO
L’alloggio è sicuramente la spesa più importante da dover sostenere e, dovendoci vivere e studiare, è bene scegliere con molta cura il posto letto. La città più cara è la Capitale, seguita poi da Milano. Il modo migliore per risparmiare sull’affitto è stabilirsi lontano dal centro storico. Non è necessaria la periferia ma è sufficiente alloggiare in quartieri solitamente “invasi” da studenti e non distanti dagli atenei. La ricerca di affitti nei piccoli Comuni o in “cittadine universitarie” è senza dubbio molto più semplice: i prezzi sono davvero molto più bassi.

Chiavi di casaOCCHIO A LUCE, GAS E CONNESSIONE
Il risparmio sulle bollette è altrettanto importante e non si può ottenere soltanto stando particolarmente attenti ai consumi. Il ridotto utilizzo degli elettrodomestici essenziali è un ottima base di partenza ma soprattutto la scelta di una giusta offerta delle compagnie di luce e gas può ammortizzare di molto i costi. Sicuramente per chi invece divide una casa è necessario l’apporto di tutti gli altri inquilini: usare moderatamente riscaldamento, acqua calda, illuminazione e corrente elettrica è un ottimo contributo ad abbassare le spese. Ora non può mancare una connessione internet. Le migliori offerte, per chi può permettersi il Wi-Fi, sono le tutto compreso: chiamate più navigazione. Altrimenti esiste sempre la valida alternativa delle chiavette mobili distribuite dai vari operatori telefonici.

TASSE UNIVERSITARIE E USCITE
Un buon metodo per vivere low cost da studente è quello di ottenere sussidi o borse di studio per sostenere più agevolmente le tasse universitarie. Queste sono un’altra voce importante delle spese da affrontare durante l’anno. Mettiamo in conto anche che uscire e divertirsi è importante ma comunque porta dei costi. E’ bene non esagerare! Valutate quali sono le migliori serate per cui vale la pena spendere.

Articolo predecente:

Articolo successivo: