Studiare sui Social Network? Ci piace! Ecco 7 social network per studiare insieme.

Suona la campanella, si esce da scuola e si entra nel network. Rassicurate la mamma una volta per tutte: su Facebook si studia! Avete mai pensato al grandissimo potenziale che hanno i social network oltre al semplice svago da tempo libero?

Esistono almeno 7 social network utilissimi per studiare.

social media

1. FACEBOOK: tutta la classe nel pc

Gli studiosi lo chiamano social learning, per i ragazzi è routine. Si creano gruppi chiusi solo per una classe e si usa quello spazio libero per scambiarsi schemi, riassunti, domande e dubbi sulle pagine da studiare.

   2. TWITTER: studiamo storia con gli hashtag
Questo social network è la rapidità per eccellenza e il sogno di ogni studente non è forse quello di trascorrere sui libri il minor tempo possibile? Quei 140 caratteri aiutano a riassumere, a capire le parole chiave ed esigono leggerezza. Niente studio a memoria sul social che cinguetta, per questo è ottimo per storia, filosofia e letteratura. Nella terza B del liceo scientifico del Collegio Vescovile Sant’Alessandro di Bergamo lo hanno già capito e studiano Dante in 140 caratteri, guardate qui.

3. WHATSAPP: facciamo i compiti insieme
Ancora più veloce di Facebook, è Whatsapp. Sul gruppo di classe invii una foto dell’esercizio che non esce, con spiegazione vocale, e il gioco è fatto. E se non basta alleghi un video di spiegazione o il link di un sito specializzato in quella materia.

4. GOOGLE+: chat di gruppo per togliersi ogni dubbio
Si perde moltissimo tempo a scrivere e aspettare che tutti rispondano, non più con Google+ e le chat di gruppo di Hangout: ci si può vedere faccia a faccia, provarsi la lezione, discutere sugli argomenti del giorno. Aspetti negativi: attenzione ai perditempo!

5. YOUTUBE: ripassiamo in video
Guardare su YouTube i compagni di classe che ti spiegano matematica, ci avevate mai pensato? Immagini, gesti e spiegazioni visive per riassumere tutta la lezione. Il segreto è la durata, mai più di 10 minuti per video!

6. GOOGLE EARTH: a spasso nel mondo per studiare geografia
Le capitali mondiali piacciano a tutti, ma non quando vanno studiate a memoria. Per conoscerle davvero serve visitarle una ad una, con Google Earth ovviamente. Permette di esplorare ogni luogo della terra e persino di tornare indietro nel tempo per imparare storia in maniera visiva.

7. TUMBLR: il nostro blog per migliorare nei temi
Va bene riassumere in 140 caratteri, ma per tutti gli studenti il tema è la prima prova di maturità e a scuola gli si dedica sempre meno tempo. Con Tumblr, un social che permette di creare un blog di classe, si possono scrivere e postare articoli ogni giorno. Ma anche foto, ottime per studiare arte e per ricordarsi i volti di quei personaggi di storia che sono spesso solo nomi vaghi.

Articolo predecente:

Articolo successivo: