Ménage à trois: tutti lo sognano e nessuno lo dice

Quasi sempre quando si parla di esperienze sessuali assolutamente da provare, quelle  un po’ “strane” e “fuori dal comune”, la prima fantasia a cui  si pensa è il Ménage à trois.

Making decisionsPer gli uomini l’idea del sesso con due donne contemporaneamente è probabilmente la fantasia sessuale più diffusa e condivisa da tutti, ma anche molte donne sognano di poter provare questa esperienza sia con un’altra compagna, sia con due maschi. Ma è effettivamente così stimolante e piacevole  anche nella realtà?

Ecco a voi alcuni consigli per affrontare al meglio questa esperienza, e non rimanerne delusi.

  1. Chiedere nel modo giusto.
    Ovviamente è differente il discorso se il Ménage à trois è una curiosità che un individuo singolo vuole sperimentare o se invece è la “perversione” di una coppia. Infatti è più semplice per il single trovare altre due persone che, come lui, provino interesse nello sperimentare forti emozioni. Per due partner invece il discorso è più complesso, perché starà nella capacità di comunicazione della coppia giungere in primis alla decisione congiunta di sperimentare un rapporto a tre, poi nella capacità di trovare un terzo che vada bene ad entrambi (molto spesso infatti gli uomini sono più rigidi al riguardo e non ammettono assolutamente la possibilità che il terzo sia un altro uomo).
  2. Come scegliere il terzo?
    Il discorso anche qui è molto soggettivo: c’è chi preferisce farlo con amici e viverlo più come “gioco” e come qualcosa che crea ulteriore complicità e fiducia e chi invece preferisce farlo con sconosciuti (possibilmente che non si rivedranno mai più). Personalmente credo che se si è single sia più divertente e rassicurante con due amici (o almeno che lo sia uno dei due); differente è la situazione della coppia perché un amico potrebbe creare inibizioni durante il rapporto. Ma soprattutto è fuori dal letto che potrebbero nascere incomprensioni e tensioni, quindi meglio quindi uno sconosciuto con cui non ci si debba più confrontare in seguito.
  3. “Non siamo nati imparati”
    Anche in questo caso ricordiamoci che ci vuole tempo ed esperienza per poter sperimentare un rapporto davvero soddisfacente. In tre sicuramente si triplica il piacere ma anche il disagio e l’imbarazzo. Non partite quindi pensando di ricostruire una scena recentemente vista sul vostro canale porno preferito, concentratevi invece sulle sensazioni che provate e cercate di mettere a proprio agio chi è lì con voi.

Anche se al primo incontro non si riesce effettivamente ad ottenere un rapporto completo, ma solo del petting spinto, non disperate! Non è detto che sia meno piacevole ed appagante e soprattutto concedetevi la possibilità di riprovarci.

Mettiamo allora da parte tutte le inibizioni, tutti i falsi moralismi, lasciamoci guidare dal nostro istinto e dalla passione e, se è una cosa che ci ha sempre incuriosito, buttiamoci. Assicuriamoci solo di aver scelto con cura i “partecipanti”… ci vuole intesa, attrazione fisica, ma soprattutto rispetto per poter godere appieno di un soddisfacente ménage à trois.

Articolo predecente:

Articolo successivo: