Maturità: gli studenti la raccontano sui social

Manca un mese all’inizio della temuta maturità e i ragazzi hanno scelto il web, ed i social network in particolare, per raccontare come stanno vivendo questo momento e come hanno deciso di prepararsi alla grande prova. Ansie, dubbi, perplessità si trasformano in foto su Instagram, tweet e commenti su Facebook. L’hashtag è uno solo #maturità2014 ed ecco quello che succede tra i banchi di scuole e nei pomeriggi di studio dei maturandi.

maturitàMariaGrazia ha deciso di rimanere a casa e di approfittare delle belle giornate di sole che ci sono nella sua città per studiare in terrazzo, che mostra su Instagram. Il programma?  Manzoni, Leopardi, Verga, Pirandello, Svevo, Pascoli e D’annunzio. Eventualmente anche due canti del Paradiso, ma solo eventualmente. C’è chi invece, come Katia, ha organizzato nella sua stanza una vera e propria postazione, con due computer, testi, decine matite colorate e post it. Il troppo studio però può portare a crollare fisicamente come sui libri, come è successo a Sabrina. Marina invece, dopo aver preso coscienza che la fisica non sarà mai il suo mestiere, inizia una sessione di ripasso matto e disperatissimo, resa più dolce da coppette di fragole e gelato.

Anche se le foto a volte raccontano una situazione meglio di mille parole, su Twitter anche in 140 caratteri è possibile esprimere tutta la paura per gli esami e le ultime interrogazioni. “Ho perso un po’ di cose per strada. La pazienza per esempio” scrive @SavinoSalvatore che non vede l’ora che tutto sia finito per potersi rilassare in vacanza e c’è chi è disposto a sacrificare anche la propria fede calcistica per un buon voto, come @Milits22 che promette pubblicamente “Se prendo 10/15 nella seconda prova, corro per tutta la città con la maglietta della Juve”. Mentre @ValeAlborghetti cerca un modo di evitare tutti gli esami perché “Io mi ritengo già matura. Non si può saltare tutta questa burocrazia?” e chi per affrontarla consiglia solo di rifugiarsi nella preghiera, @_ssparkling, infatti, più che un “maggio studente fatti coraggio” propone “maggio maturando vai in pellegrinaggio”.

E potevano mancare le pagine Facebook? Una delle più seguite è Maturità 2014: Tocca a me dove è la 5B del liceo linguistico di Adria ha pubblicato la foto con il lutto al braccio perché danno per morta la possibilità di arrivare mentalmente stabili a giugno. Mentre la 5B dell’Istituto Siani di Napoli si è immortala con dei cartelloni ottimisti in cui si legge “Maturità non ci fai paura”.  E che dire delle esilaranti frasi del Sei un maturando se… Ecco quelle che ci hanno fatto sorridere di più:
– Sei un maturando se… E’ più il tempo che passi a leggere guide su internet su come affrontare la maturità che il tempo che dedichi a studiare per la maturità.
– Sei un maturando se… Hai una voglia assurda di conoscere i pusher degli autori di alcuni testi.
– Sei un maturando se… Quasi quasi la tesina la faccio sui selfie.

Articolo predecente:

Articolo successivo: