Maturità 2014: ecco i consigli per una tesina e una mappa concettuale perfette

tesinaIl momento è arrivato e non si può più rimandare: se dovete affrontare la maturità, è tempo di iniziare a preparare una tesina che vi differenzi e colpisca la commissione. Che sia tesina o mappa concettuale non importa, l’importante è fare un lavoro accurato, che possa essere un ottimo biglietto da visita il giorno della prova orale. Non avete idea di come fare? Ecco i nostri consigli pratici per poter superare questo ostacolo senza problemi.

  1. Pensate ad un argomento originale. Prima di scegliere tra tesina e mappa concettuale dovete pensare al tema da trattare. Evitate gli argomenti scontati come l’amicizia e la guerra e cercate di trovare qualcosa che sia inerente alle vostre passioni, al vostro modo di essere e di vivere. Provate a partire dallo sport che praticate, da un film che vi è piaciuto o dalla canzone preferita e cercate di individuare un argomento su cui pensate di poter parlare in maniera approfondita. Se scrivete di qualcosa che vi piace, la voglia e l’entusiasmo saranno sempre alti e vi aiuteranno a fare un ottimo lavoro.
  2. Create i collegamenti. Il passo successivo è cercare di inserire nel vostro lavoro più materie possibile. Sarà difficile riuscire a trovare un anello di congiunzione con tutte, ma il trucco è avere un punto di vista ampio. Ad esempio, se scegliete di partire da una serie tv, cercate di capire tutti i temi che affronta nelle varie puntate e a quale materia possono fare riferimento.
  3. Fate un’accurata opera di ricerca e sul web potete trovare davvero tanto materiale da cui attingere informazioni. Anche i professori possono dare una mano: se non riuscite a creare un collegamento con una materia in particolare, mostrate al prof l’argomento e vedrete che riuscirete insieme a trovare una soluzione.

A questo punto bisogna scegliere tra tesina e mappa concettuale. Se pensate di avere poco tempo, se non amate scrivere e il dono della sintesi è vi appartiene, allora optate per la mappa concettuale. In questo caso ricordate di scegliere una grafica accattivante, in modo da catturare l’attenzione della commissione, utilizzate le immagini per stuzzicare la loro curiosità, e presentala in modo innovativo. Al posto del classico foglio A4, ad esempio, potete realizzare una brochure o un cartellone che abbia le sembianze del vostro profilo Twitter: in questo caso ogni argomento trattato potrebbe essere rappresentato da un tweet. La cosa fondamentale è la chiarezza: la commissione deve subito capire di cosa si tratta ed avere una panoramica generale del percorso.
Se invece volete realizzare un lavoro più completo e pensate di avere le possibilità di farlo, la tesina è la scelta migliore. Attenzione però agli errori più comuni, ovvero: scrivere troppo, perdere di vista l’argomento centrale, dimenticare di preparare una breve presentazione dell’elaborato e spiegare le motivazioni che hanno portato alla scelta di quell’argomento.
Prima della prova orale, infine, ricordate di ripetere il vostro lavoro e tenete presente che avrete soltanto una decina di minuti per raccontare quello che avete realizzato. Utilizzate un cronometro per esercitarvi a casa e se impiegate troppo tempo per esporre, vuol dire che dovrete impegnarti ad eliminare il superfluo e a concentrarvi sui punti più importanti. Sarebbe davvero spiacevole venire interrotti dalla commissione prima di aver finito.

Articolo predecente:

Articolo successivo: