Maturità da 100? Meno tasse all’Università

Cento alla maturità, più che una medaglia: aver chiuso il ciclo di studi superiori con il massimo dei voti non è solo un punto a favore per il proprio curriculum vitae. Cento in pagella significa anche sconti e agevolazioni all’Università. Così chi ha faticato per raggiungere il massimo sarà ricompensato anche in termini economici. Le opportunità sono diverse. Molti atenei italiani hanno deciso (lo fanno da anni) di premiare gli studenti meritevoli proponendo loro uno sconto sulle tasse universitarie secondo varie modalità. Ecco un elenco di alcune tra le più note Università del Belpaese che prevedono esoneri parziali per gli studenti che hanno ottenuto un ottimo voto all’Esame di Stato.

Università degli Studi di Milano-Bicocca
Chi si iscrive al primo anno di un corso di laurea triennale o magistrale a ciclo unico e ha conseguito un voto di maturità pari a 100/100 è esonerato “per merito” dal pagamento della tassa di iscrizione di euro 199,00 (questo esonero non è cumulabile con chi chiede l’esonero parziale per reddito). Ecco il link dell’Unimib dove trovare tutte le informazioni utili. Sono previsti esoneri per merito anche per le matricole che raggiungeranno obiettivi ben specifici: a partire dall’anno accademico 2014/2015 entra infatti in vigore il sistema dei Crediti di Merito per incentivare il merito indipendentemente dalla fascia di reddito. Ecco il link dedicato.maturità

Università degli Studi di Milano (Statale)
Restiamo a Milano. Anche in Statale è tempo di “saldi” e sconti per gli studenti che hanno faticato alle scuole superiori. L’ateneo annualmente destina borse di studio alle matricole e agli iscritti ai corsi di laurea e laurea magistrale. Per l’anno accademico 2014-2015 l’Università meneghina assegna ben 700 borse di studio di Ateneo e, per gli studenti iscritti ad anni successivi al primo,100 borse di studio di merito. I requisiti e le modalità per partecipare all’assegnazione sono pubblicati a questo link: non bisogna aver preso per forza il massimo dei voti alla maturità, infatti è possibile entrare in graduatoria con un voto pari o maggior e a 90/100. Tutti gli interessati devono consegnare la domanda entro il 30 settembre agli sportelli universitari.
Una proposta molto interessante fatta dall’Università degli Studi di Milano è rivolta invece a chi è interessato all’iscrizione a un corso di laurea di natura scientifica. In attuazione del decreto Ministeriale 12 Gennaio 2005 (modifica dell’art. 4 del DM 198/2003 relativo al “Fondo per il sostegno dei giovani”), l’ateneo milanese prevede infatti incentivi per le iscrizioni ai seguenti corsi di laurea: classe L-27 Chimica, Chimica industriale; classe L-30 Fisica; classe L-35 Matematica. Tutte le info sono disponibili qui.

Università La Sapienza di Roma
Da Milano a Roma. Un salto nella capitale perché anche qui ci sono sconti per i liceali più bravi. La Sapienza offre, come in molti altri casi, l’esenzione dalla prima rata universitaria per chi ha preso 100 oppure 100 e lode alla maturità. L’agevolazione è valida per chi si iscrive a un corso di laurea triennale oppure magistrale a ciclo unico. Gli studenti che usufruiranno di questa agevolazione dovranno pagare solo la tassa regionale, l’imposta di bollo (16 euro) e 30 euro (non rimborsabili) per l’iscrizione. Anche alla Sapienza l’esenzione può essere mantenuta per tutta la durata del corso di studio solo se lo studente rispetta alcuni precisi requisiti, cioè se ha una media non inferiore al 27/30. Ecco il link dedicato.

Università Alma Mater di Bologna
C’è chi fa anche di meglio. Non solo sconti ma una esenzione totale. L’Università Alma Mater di Bologna infatti si è meritata una citazione sui principali organi di stampa nazionali perché offre agli studenti diplomati nel 2014 con 100 e lode l’esonero totale dal pagamento della quota annuale di contribuzione del primo anno di corso. Le matricole saranno tenute a pagare solo la tassa regionale, il bollo e l’assicurazione che ammonta a 157,64 euro. A questo link ci sono tutte le informazioni utili. L’ateneo bolognese offre una vastissima scelta: sono attivati corsi di laurea di Giurisprudenza, Lettere, Medicina, Economia, Scienze politiche e anche Ingegneria e Architettura. Tutta l’offerta didattica si può consultare sul sito www.unibo.it.

Università Federico II di Napoli
Rotolando verso Sud arriviamo a Napoli. Alla Federico II, per l’anno accademico 2013/2014, sono state riconosciute riduzioni sulle tasse a due diverse categorie di studenti: gli “studenti meritevoli”, con voto di maturità non inferiore a 74/100, hanno pagato 77 euro n meno di tasse universitarie; gli “studenti particolarmente meritevoli” invece, cioè coloro che hanno ottenuto il massimo dei voti all’esame di Stato, hanno avuto uno sconto di 129 euro. Sul sito dell’Università partenopea, all’indirizzo www.unina.it, potrebbero essere riproposte le modalità di esonero per le future matricole.

Articolo predecente:

Articolo successivo: