Il video-colloquio vi fa paura? Ecco 9 consigli vincenti per fare bella figura via Skype

Le aziende che svolgono i tradizionali colloqui di persona sono ancora la maggior parte, ma non si può far finta di niente di fronte al crescente utilizzo delle video-chat. Pare infatti che il futuro della selezione del personale passi proprio attraverso Skype e software simili, che garantiscono agli hr e ai candidati di risparmiare tempo e spostamenti.

Per non arrivare impreparati, ecco alcuni consigli utili:

video-colloquio1) FATTI TROVARE PRONTO: se non ce l’hai già, creati subito un account Skype così quando il selezionatore ti contatterà per proporti il video-colloquio risponderai lasciandogli il tuo contatto. E ovviamente impara ad usarlo bene in ogni sua funzione, magari provando anche software simili.

2) SCEGLI BENE IL TUO ACCOUNT: la prima impressione passa anche dal tuo profilo Skype, quindi scegli con cura un nickname adeguato, che contenga se possibile nome e cognome o al massimo un numero (di solito legato alla data di nascita). Anche la foto e la frase che scegli di mettere in evidenza devono seguire la stessa linea, seri e professionali.

3) FAI PARLARE LO SFONDO: la location che scegli come sfondo del tuo colloquio deve parlare di te perché il selezionatore sarà incuriosito da ciò che ti circonda e cercherà di capire la tua personalità dall’ambiente. Dato che il contatto è sempre professionale serve un luogo adeguato: non chattare seduto sul letto o sul divano, né in cucina o in bagno (ovviamente!), ma prediligi uno studio, un tavolo in salotto o la scrivania della tua stanza purché non compaiano sullo sfondo montagne di vestiti accatastati. Evita un ambiente asettico, come il classico muro bianco, perché al contrario di quanto si pensi lascia trasparire un’immagine sterile della propria personalità.

colloquio_home4) CONTROLLA LUCE e AUDIO: grave errore è quello di non testare prima come si appare in video. Chiama un amico e parlando con lui fatti segnalare i problemi di luminosità della stanza,, infatti se hai una fonte di luce alle spalle risulterà difficile guardarti il viso che apparirà scuro, e viceversa. Ma anche quelli legati all’audio, ovviamente, così da arrivare preparato all’incontro con il recruiter.

5) CURA LA TUA IMMAGINE PERSONALE: è il tuo biglietto da visita immediato che si offre agli occhi dell’altro prima ancora di iniziare il dialogo. Va quindi curata al massimo: vestiti come se andassi ad un colloquio reale, dunque non in tuta e ciabatte ma con un abbigliamento semplice e serio. Le ragazze possono puntare su una camicetta con giacca casual e gonna, mentre i ragazzi un maglione dai colori tenui o una giacca semplice non troppo elegante. Ricordatevi di vestirvi tutti, anche la parte che non si vede dalla webcam, non si sa mai!

6) IMPARA IL BODY LANGUAGE: il linguaggio del corpo è importantissimo, è questo si sa, ma quando si è in video spesso rapisce più delle parole stesse. Presentati quindi ben dritto seduto su una sedia e non su un divano; gesticola se necessario ma non esagerare per non creare problemi nella visualizzazione in video e evita di alzarti o muoverti fuori dal campo di inquadratura della webcam. Cerca di sembrare naturale, non troppo frenetico, non troppo ingessato.

lavoro selezione7) ATTENDI CHE IL SELEZIONATORE TI CONTATTI: non aprire per primo la conversazione, è sempre il selezionatore che deve instaurare il primo contatto, anche se dovesse essere in ritardo. Stessa cosa alla fine della chat, sarà lui a chiudere e a te non resta che ringraziare e attendere che termini il colloquio.

8) MANTIENI IL CONTATTO VISIVO e SORRIDI: proprio come nella realtà, anche nel video-colloquio è importante mantenere lo sguardo puntato sull’altra persona e sorridere in maniera naturale. Evitate di guardare voi stessi nel quadratino in basso, non è necessario.

9) DISCONNETTI OGNI ALTRA NOTIFICA: è davvero fastidioso e per nulla professionale sentire i rumori delle notifiche dei social network o del cellulare mentre si sta svolgendo la video-chat. Non spegneresti il cellulare ad un colloquio di lavoro? Bene, è lo stesso, cambia solo il mezzo ma l’educazione deve riconoscersi lo stesso.

Ora sei pronto per il tuo video-colloquio, non ti resta che allenarti con un amico!

Articolo predecente:

Articolo successivo: