HelloFood e mai più scatolette di tonno!

Finalmente è arrivato in Italia HelloFood, l’innovativo servizio nato dalla startup bolognese Pizzabo che permette in modo semplice e veloce di ordinare cibo a domicilio direttamente online.

L’idea è nata a due studenti fuorisede stanchi di aprire il frigorifero e trovarvi il solito pomodoro solitario. Christian Sarcuni, oggi amministratore delegato di Hellofood Italia e founder di Pizzabo, racconta:

«Quando siamo partiti, puntavamo a risolvere un problema semplice: trovare cibo da asporto velocemente e senza abbandonare la postazione di studio o di lavoro».

cucinareDal sito www.hellofood.it si possono ordinare anche piatti tipici della tradizione come focaccia, pizza rossa e farinata oltre a sushi, kebab, primi, secondi, cucina internazionale, gelato e dolci, con un’offerta in continua espansione. Si inserisce il propro indirizzo, si sceglie il locale e il menù che più ci si addice, grazie anche ai feedback degli altri clienti e in pochi minuti la cena è su tavolo di casa. Niente code al ristorante, pasti inventati con ingredienti improponibili o file in auto per raggiungere locali decisamente troppo lontani per un lunch veloce.

Inizialmente il progetto è nato con la creazione nel 2009 della startup Pizzabo, ideata da Christian Sarcuni e Livio Lifranchi, allora ventitreenni. A partire da maggio 2015 diventa HelloFood, una piattaforma grazie alla quale si può pranzare prenotando il pasto dal web, con un ordine preciso e personalizzato, pagando comodamente con sistema elettronico online. Questo servizio è già presente in diverse città italiane: Milano, Bologna, Ferrara, Padova, Parma, Pisa, Roma, Genova, Torino, Napoli e Verona ed ha l’obiettivo di espandersi sull’intero territorio nazionale.

hellofood logo«Essere entrati a far parte di un grande network ci permetterà di fare quel salto di qualità che ogni fondatore auspica per la propria startup. Pizzabo è passata da 9 a 37 dipendenti in pochi mesi, dando lavoro a ragazzi con età media di 28 anni e ha aperto un nuovo headquarter a Bologna».

E non solo la startup Pizzabo ma anche il progetto HelloFood, nato inizialmente da una semplice idea di necessità, ha fatto oggi un salto di qualità: è diventato parte del Global Online Takeaway Group – gruppo attivo nel settore dell’home delivery food di Rocket Internet, market leader in 71 paesi del mondo con 1 miliardo di euro di giro d’affari l’anno.

Articolo predecente:

Articolo successivo: